Coquillete Paris per Carbotti: nasce la prima eau de pochette

eau de pochette

COQUILLETE PARIS PER CARBOTTI: NASCE LA PRIMA EAU DE POCHETTE ED E’ TUTTA ITALIANA

 

Coquillete Paris x Carbotti. L’alta profumeria incontra la pelletteria artigianale e dà vita alle Eau de Pochette: borse profumate, sensoriali e inclusive che si tramutano in spazi eterei di transizione attraverso i quali cogliere l’opportunità di accedere a una mistica urbana della condivisione 

 È un sodalizio d’eccellenza quello tra Coquillete Paris e Carbotti. L’alta profumeria da un lato, la pelletteria artigianale dall’altro.

Testimone nonché fil rouge di questa collaborazione è la tradizione, quasi a sottolineare quanto entrambe le realtà attingano da quel bagaglio esperienziale fatto di crismi, gesti e saperi dal valore inestimabile. Questa collaborazione si è concretizzata in un connubio creativo che profuma di joie de vivre. 

Eau de Pochette: P.eau pour la vie e la résilience non è semplicemente una capsule collection, una mera partnership tra due brand, ma un accordo fra “note di testa e di cuore” che si fa slancio e volano per la rinascita e la ripartenza. Le Eau de Pochette rappresentano una reazione creativa a uno degli effetti più indesiderati di questa pandemia: la anosmia.

 

Sono il segno di una riconquista per chi ha recuperato l’olfatto e un dono speciale per chi non lo ha mai perso e vuole tracciare le proprie coordinate valoriali e spaziali. Le Eau de Pochette sono borse sensoriali ed inclusiveborse che incontrano una fragranza, la fanno propria arricchendosi delle note di quest’ultima, e si tramutano in spazi eterei di transizione attraverso i quali cogliere l’opportunità di accedere a una mistica urbana della condivisione.

L’accessorio diventa parte essenziale di un rituale pagano di purificazione e attrazione, luogo di inedite connessioni olfattive, strumento di potere per nuove inconfessabili conquiste. Le borse in questione sono quelle della MAIN COLLECTION di Carbotti, che rivelano l’identità precisa del brand: Elena 243, Greta 245, Licia 241.

Borse con un simbolo ottagonale che non racchiude in sé solo le iniziali e il ricordo del fondatore dell’azienda, Domenico Carbotti, ma tutto l’amore per lo spirito femminile e per l’energia vitale che lo contraddistingue. Ottagono come combinazione vincente di energia, spazio, tempo, materia, Luce, Acqua, Vento e Terra.

Le fragranze scelte sono invece Sulmona, Tudor e Vesevius, tre extrait de parfum di Coquillete Paris con tre identità olfattive ben definite, create da uno dei nasi più apprezzati nel panorama della profumeria d’autore: Rosa Vaia.

All’interno delle Eau de Pochette è stata apposta una tasca porta travel, precedentemente trattata con una delle fragranze prescelte. Sebbene ogni fragranza sia stata abbinata a un modello, è possibile “customizzare” il prodotto, scegliendo borsa (modello e dimensione) e una delle tre fragranze da abbinare.

In futuro, inoltre, la rosa di fragranze e modelli potrebbe ampliarsi.

L’estetica olfattiva dei/delle clienti ipovedenti potrà, su richiesta, essere ulteriormente personalizzata con una stampa Braille del nome di chi le acquista.

Eau de Pochette Greta Sulmona (Coquillete Paris x Carbotti)

 

Con le Eau de Pochette sarà possibile indossare in qualunque momento il profumo della propria borsa; la tasca porta travel size conterrà infatti il formato da 10ml della fragranza prescelta, riacquistabile in qualunque momento sul sito di Coquillete Paris.

Un universo profumato all’interno di uno scrigno che diviene portale verso altri mondi. Le Eau de Pochette sono eleganti ordigni di seduzione, le mete di viaggi olfattivi inedititracce di tangenze alchemiche ancora tutte da provare, un inno alla viva accoglienza dell’incanto; un modo per rendere perpetuo il moto di nuovi equilibri e slanci vitali; l’abbrivio per sognatori ad occhi aperti, per uomini e donne “on life” mai stanchi di ricevere il richiamo della pura vita e di respirarlo a pieni polmoni.

 

Eau de Pochette Licia Vesevius (Coquillete Paris x Carbotti)

 

LE BORSE

Le borse firmate Carbotti, 100% fatte a mano in Italia, sono di qualità artigianale frutto di oltre 60 anni di esperienza nella lavorazione di pellami pregiati. L’azienda è produttrice diretta di tutti gli articoli del catalogo ed è specializzata nella produzione di borse personalizzate su indicazione del cliente. Per tutelare questi valori, radicati profondamente in tutti gli aspetti del lavoro dell’azienda, Carbotti ha registrato anche l’accessorio che contraddistingue la linea Main Collection. Il simbolo ottagonale prescelto non racchiude in sé solo le iniziali e il ricordo del fondatore, Domenico Carbotti, ma tutto l’amore per lo spirito femminile e per l’energia vitale che lo contraddistingue.

Ottagono come combinazione vincente di energia, spazio, tempo, materia, Luce, Acqua, Vento e Terra.

Simbolo di un dualismo insopprimibile, di un equilibrio inarrestabile, di un viaggio a otto punte dalla superficie al cuore delle cose, dal primo all’ultimo petalo del fiore di loto che l’azienda porta virtualmente in dono a ogni suo cliente. Un modo per ricordare l’importanza di essere diversi, in continuo cammino e come parti vitali di “comunità di destino”. L’accessorio, registrato con il numero di registrazione della proprietà intellettuale nella zona UE: 008473300, è un altro passo verso la visione di artigianalità consapevole dell’azienda.

L’azienda ha fondato il suo modello di business considerando centrali gli aspetti della custodia e della cultura artigianale. Carbotti crede in uno sviluppo sostenibile, con un’attenzione costante alle persone e all’ambiente. La sostenibilità è per Carbotti un valore fondante, perché crede di poter contribuire concretamente a un mondo migliore per le nuove generazioni. La pelle grezza, quale materiale di scarto dell’industria zootecnica, viene inserita nel ciclo di produzione del cuoio. Tale applicazione permette di ridurre l’inquinamento globale evitando che le pelli debbano essere incenerite. L’eventuale distruzione della pelle animale contribuirebbe in maniera sostanziale alla produzione dei gas serra. Pertanto, il processo di produzione conciaria è un’attività industriale altamente sostenibile dal punto di vista ambientale. 

 

LE FRAGRANZE

VESEVIUS

Un profumo che esprime l’eterna lotta fra bellezza e distruzione, fuoco sacro e brivido di timore, simbolo di passione e segreto, tentazione e metafora di vita, idolatria e scommessa, gioioso sentimento e pura identità, nemico e amico. Un percorso nel sentiero dai colori della luna, tra la lava grigio argento e il giallo fiamma delle ginestre, gli aromi della boscaglia e il profondo sentore delle orchidee selvatiche, il mirto, le piante aromatiche miste al galbano e i muschi. Una esplosione di colori e vita, la brezza del mare che lancia i suoi effluvi e racconta di viaggi e meraviglie.

Note di testa: bergamotto, pompelmo, limone di Procida, ginestra del Vesuvio, mora, zafferano, rosa di Damasco, verbena, galbano

Note di cuore: oud, incenso, vetiver, patchouly, salvia, ginestra del Vesuvio, rosmarino, lavanda, mirto, orchidee del Vesuvio

Note di fondo: ambra, aghi di pino, legno di quercia, oud, patchouly

 

SULMONA

Sulmona è un jus delizioso, goloso e tenero: una nuvola di zucchero a velo e mandorla che ricorda i confetti e, non a caso, porta proprio il nome della patria di questi dolci celebri in tutto il mondo. 

Note di testa: vaniglia del Madagascar, zucchero di canna, mandorla

Note di cuore: vanillina, mandorla amara siciliana

Note di fondo: vaniglia, fiori d’arancio

Eau de Pochette Greta Sulmona (Coquillete Paris x Carbotti)

 

TUDOR

“Le rose cascano, le spine restano”. Proverbio simbolo della fine della guerra dei cent’anni, la Rosa di Tudor rappresenta la pace che arriva dopo un lungo percorso, è la dimostrazione di come ogni esistenza umana e ogni vita debba fare i conti con ferite laceranti, ostacoli imprevisti, che impediscono di raggiungere la parte intima di sé stessi. Una fragranza che toglie tutti gli orpelli effimeri e si presenta nella sua cruda bellezza, un volo di petali spazzati via dal vento d’autunno, un groviglio di cespugli, legni, radici, terra. Una metafora che altro non è che un inno alla vita, nella sua forma essenziale e primordiale. Note profonde ed enigmatiche che scavano a fondo con un ritorno dolce e ambrato.

Note di testa: legno di rosa, geranio cinese, mughetto

Note di cuore: legni ambrati, benzoino, terra

Note di fondo: legno di rosa, benzoino, labdano, ambra grigia, vaniglia del Madagascar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *